ultimi ordini

  •  
    sanja G., Serbia
  •  
    Lee B., Sweden
  •  
    Elke S., Germany
  •  
    vica D., Germany
  •  
    Luis G., United States
  •  
    José Enrique R., Spain
  •  
    Nils K., Germany
  •  
    Sergiu R., Romania
  •  
    Lothar H., Germany
  •  
    Vincent S., Netherlands
  •  
    Sandor S., Sweden
  •  
    Janine P., Netherlands
  •  
    almnsoori A., United Arab Emirates
  •  
    Milica M., Croatia
  •  
    Sylvia L., Switzerland
  •  
    Flynn F., New Zealand
  •  
    Rafael C., United States
  •  
    Stefan P., Romania
  •  
    Aleksandar N., Serbia
  •  
    Helen J., Germany
  •  
    Aline A., France
  •  
    Michel V., Belgium
  •  
    Richard M., Netherlands
  •  
    tomasz P., Denmark
  •  
    Kornthip J., Sweden
  •  
    Annette W., Sweden
  •  
    Aleksandar N., Serbia
  •  
    Laurent P., France
  •  
    Cher D., Netherlands
  •  
    Marnie S., United States
  •  
    ABDULLAH A., Saudi Arabia
  •  
    Fahrettin T., Germany
  •  
    Leo K., Italy
  •  
    oguzhan D., Turkey
  •  
    Donna B., United States
  •  
    Chandramouli M., United States
  •  
    Anton T., Sweden
  •  
    Dirk B., Germany
  •  
    Daniel T., Germany
  •  
    Leonid S., Russian Federation
  •  
    SERGINA V., Romania
  •  
    Zenith H., South Africa
  •  
    Petar K., Serbia
  •  
    Sladjana D., Serbia
  •  
    thomas P., Germany
  •  
    Christine D., Belgium
  •  
    Christine D., Belgium
  •  
    Heikki M., Finland
  •  
    Victor M., Netherlands
  •  
    A S., Saudi Arabia
  •  
    Jon W., United States
  •  
    Martin A., Sweden
  •  
    Adriani T., Reunion Island
  •  
    Piotr B., Poland
  •  
    pintér M., Hungary
  •  
    Kai L., Germany
  •  
    Anthony L., Reunion Island
  •  
    loic M., Italy
  •  
    Abdulla A., United Kingdom
  •  
    Thibaut K., France

Nuovi prodotti

Semi di Anguria Gigante

Semi di Anguria Gigante

Prezzo 6,00 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi di Anguria Gigante</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0000;"><strong>Prezzo per confezione da 40+ (2g) semi.</strong></span></h2> Varietà molto produttiva che produce grossi meloni di peso fino a 150 kg. Il frutto ha una polpa molto dolce di colore rosso brillante. Buona resistenza alle malattie.<br><br>I nostri semi selezionati e testati producono angurie oblunghe con striature verde chiaro, dal gusto delizioso e molto dolce e dalle dimensioni sbalorditive, addirittura da Guinness dei primati. Il peso, se coltivato con cura, può superare i 130 chilogrammi.<br><br>I cocomeri giganti hanno bisogno di un terreno caldo, umido e ben drenato. Va ricordato di porre le piante ad almeno due metri l'una dall'altra in virtù delle dimensioni che l'Anguria Gigante può raggiungere.<br><br>Scegli un posto sempre soleggiato in giardino, per i migliori risultati.<script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
VE 117 G (2g)
Semi di Anguria Gigante
  • Nuovo
Semi di cetriolo serpente...

Semi di cetriolo serpente...

Prezzo 2,55 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi di cetriolo serpente armeno</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0000;"><strong>Prezzo per un pacchetto di 10 semi.</strong></span></h2> Introdotto dall'Armenia in Italia nel 1400, questo attraente cetriolo croccante rimane dolce anche quando il frutto è grande.<br><br>Carne dalla pelle sottile e densa questi cetrioli hanno pochi semi e un sapore piacevolmente delicato. In realtà, il melone dal sapore di cetriolo è senza burp e facile da digerire. Come il cetriolo inglese, non ha bisogno di essere sbucciato o seminato.<br>Cresce ugualmente bene a terra o su un traliccio. Il frutto cresce di circa 72-90 cm (30-36")<br><br>Il jajik è un piatto tradizionale armeno che utilizza comunemente i cetrioli armeni e viene tramandato di generazione in generazione. Questo contorno è fatto con cetrioli, yogurt e aglio o menta e viene spesso consumato in estate per combattere le calde temperature esterne. In genere viene servito con patatine pita o focaccia e si abbina bene anche a pollo e riso.<br><br>Note di coltivazione:<br><br>Adattabile ai più buoni terreni da giardino, ben drenati in posizione soleggiata; fornire cibo e acqua adeguati.<br><br>Tropicale: primavera e autunno<br>Temperato: primavera ed estate.<br>Clima fresco: tarda primavera ed estate<br><br>Spazio della pianta: 30 cm<br>Spazio file: 100 cm<br>Maturazione: 6-8 settimane<script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
P 116 (10 S)
Semi di cetriolo serpente armeno
  • Nuovo
Carolina Reaper polvere in...

Carolina Reaper polvere in...

Prezzo 1,35 €
,
5/ 5
<h2><strong>Carolina Reaper polvere in una provetta, record del mondo!</strong></h2> <h2><span style="color: #e03e2d;"><strong>1,8 grammi di polvere in una provetta.</strong></span></h2> <p><strong>Praticissimo da usare, puoi sempre portare con te e condire il piatto come vuoi ????<br>Come ogni anno, e anche quest'anno 2021 avremo di nuovo 1200 delle nostre piante da cui vi offriamo sia semi che macinati Carolina Reaper.</strong></p> <p>Carolina Reaper estremamente piccante è ottimo per carni, sfregamenti, pesce, zuppe e molto altro! I pacchetti di piccole dimensioni sono un modo eccellente per provare quanto sono piccanti.</p> <p>Il mietitore di Carolina, originariamente chiamato HP22BNH7, è una cultivar di peperoncino della specie Capsicum chinense. Cresciuto nella serra di Rock Hill, nella Carolina del Sud, da Ed Currie, che gestisce la PuckerButt Pepper Company a Fort Mill, nella Carolina del Sud, è stato valutato come il peperoncino più piccante del mondo dal Guinness World Records dal 7 agosto 2013. L'incrocio originale era tra un peperone fantasma (un ex detentore del record mondiale) e un habanero rosso. Il livello di calore ufficiale del Guinness World Record è 1.569.300 Scoville Heat Units (SHU), secondo i test condotti dalla Winthrop University in South Carolina.</p> <p>Alla seconda edizione della Hot Sauce Expo di New York del 30 marzo 2014, Ed Currie è stato presentato con il suo record mondiale da Guinness World Records e si è tenuta una competizione gastronomica in cui è stato determinato il tempo più veloce per consumare tre Carolina Reapers per un nuovo Guinness World Record a 12.23 secondi di Russel Todd. Questo record è stato battuto nel settembre 2014 da Jason McNabb, che ha chiuso tre peperoni in 10,95 secondi.</p> <script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
Z 5 CRPTT
Carolina Reaper polvere in una provetta, record del mondo!
  • Nuovo
Semi di Granadina (Jarilla...

Semi di Granadina (Jarilla...

Prezzo 8,95 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi di Granadina (Jarilla heterophylla)</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0a0a;"><strong>Prezzo per un pacchetto di 3 semi.</strong></span></h2> Un parente dimenticato della papaya comune, questa erbacea perenne strisciante o decumbent si trova nelle foreste di querce e latifoglie e negli habitat secondari dal Messico all'America centrale ad altitudini comprese tra 1500 e 2700 m.<br><br>Cresce solo fino a 1 m di altezza da una radice carnosa, sferica, tuberosa, di circa 15-20 cm di diametro. I delicati steli si ramificano dalla base e reggono foglie ondulate o dentate e fiori biancastri con occasionali tocchi di porpora a cui seguono curiosi frutti globosi, cornuti, di circa 2,5 cm di diametro e di colore da verde a violaceo con striature bianche.<br><br>I frutti di Jarilla heterophylla si trovano occasionalmente nei mercati rurali del Messico e sono molto apprezzati per il loro gusto fragrante, gradevole e aromatico con note di agrumi e senape.<br><br>Sono tipicamente trasformati in conserve e salse che accompagnano diverse carni.<br><br>Tag: brassicales, caric, perenne decidua, frutta commestibile, granadina, heterophylla, jarilla, jarill, nana<script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
V 105 (3 S)
Semi di Granadina (Jarilla heterophylla)
  • Nuovo
Semi di noci fisiche...

Semi di noci fisiche...

Prezzo 3,75 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi di noci fisiche (Jatropha curcas)</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0a0a;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 3 semi.</strong></span></h2> <p style="color: #202122; font-size: 14px;"><i><b>Jatropha curcas</b></i><span>&nbsp;</span><small>L.</small><span>&nbsp;</span>è un<span>&nbsp;</span>arbusto<span>&nbsp;</span>perenne, velenoso, di altezza massima di circa 5 m, appartenente alla<span>&nbsp;</span>famiglia<span>&nbsp;</span>delle<span>&nbsp;</span>Euforbiacee<sup id="cite_ref-1" class="reference" style="font-size: 0.7rem;">[1]</sup>. È comunemente nota come<span>&nbsp;</span><b>Barbados nut</b><span>&nbsp;</span>or<span>&nbsp;</span><b>Physic nut</b>.</p> <div class="thumb tright" style="color: #202122; font-size: 14px;"> <div class="thumbinner" style="font-size: 13.16px;"><img alt="" src="https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/4/4f/Zone_Jatropha_curcas.JPG/220px-Zone_Jatropha_curcas.JPG" decoding="async" width="220" height="165" class="thumbimage" srcset="//upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/4/4f/Zone_Jatropha_curcas.JPG/330px-Zone_Jatropha_curcas.JPG 1.5x, //upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/4/4f/Zone_Jatropha_curcas.JPG/440px-Zone_Jatropha_curcas.JPG 2x" data-file-width="800" data-file-height="600"> <div class="thumbcaption" style="font-size: 12.3704px;"> <div class="magnify"></div> Zone del mondo dove può svilupparsi al meglio</div> </div> </div> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La pianta è originaria del<span>&nbsp;</span>Centro America,<sup id="cite_ref-2" class="reference" style="font-size: 0.7rem;">[2]</sup>, da dove è stata diffusa in diverse altre zone<span>&nbsp;</span>tropicali<span>&nbsp;</span>e subtropicali<sup id="cite_ref-3" class="reference" style="font-size: 0.7rem;">[3]</sup><span>&nbsp;</span>è principalmente coltivata in<span>&nbsp;</span>Asia<span>&nbsp;</span>e in<span>&nbsp;</span>Africa, dove è conosciuta come<span>&nbsp;</span><i>Pourghère</i>. Dato che è tossica è usata spesso come recinzione vivente per proteggere orti e giardini dagli animali, per lo stesso motivo in<span>&nbsp;</span>Africa<span>&nbsp;</span>è usata per recintare tombe e cimiteri. È molto resistente all'arido, è coltivabile in zone pressoché desertiche.</p> <div class="thumb tright" style="color: #202122; font-size: 14px;"> <div class="thumbinner" style="font-size: 13.16px;"><img alt="" src="https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/6/6a/Jatropha1.jpg/220px-Jatropha1.jpg" decoding="async" width="220" height="165" class="thumbimage" srcset="//upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/6/6a/Jatropha1.jpg/330px-Jatropha1.jpg 1.5x, //upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/6/6a/Jatropha1.jpg/440px-Jatropha1.jpg 2x" data-file-width="600" data-file-height="450"> <div class="thumbcaption" style="font-size: 12.3704px;"> <div class="magnify"></div> Jatropha</div> </div> </div> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">I<span>&nbsp;</span>semi<span>&nbsp;</span>contengono circa il 30-38% di<span>&nbsp;</span>olio, non commestibile ma utilizzabile tal quale come comune combustibile, ovvero come carburante, previa semplice filtrazione, in motori<span>&nbsp;</span>Diesel<span>&nbsp;</span>opportunamente progettati, oppure trasformabile in<span>&nbsp;</span>Biodiesel<span>&nbsp;</span>tramite transesterificazione e impiegabile in tutti i motori Diesel senza alcuna modifica specifica.</p> <h2 style="color: #000000; font-size: 1.5em;"><span class="mw-headline" id="Descrizione">Descrizione</span></h2> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li>Foglie: grandi, di colore dal verde vivo al verde pallido.</li> <li>Fiori: modesti come tutte le<span>&nbsp;</span>Euforbiacee.</li> <li>Frutti: i frutti sono<span>&nbsp;</span>capsule, sono prodotti nella stagione fresca, in caso di clima e suolo favorevoli si possono avere più fruttificazioni all'anno.</li> <li>Semi: la maturazione delle capsule, e dei semi, si ha quando la capsula dal verde passa al giallastro.</li> </ul> <h2 style="color: #000000; font-size: 1.5em;"><span class="mw-headline" id="Distribuzione_e_habitat">Distribuzione e habitat</span></h2> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La pianta è stata diffusa in ampie zone<span>&nbsp;</span>tropicali<span>&nbsp;</span>ed<span>&nbsp;</span>equatoriali<span>&nbsp;</span>del pianeta, notevoli impianti sono in atto in<span>&nbsp;</span>India,<span>&nbsp;</span>Africa, (Mali,<span>&nbsp;</span>Tanzania), in<span>&nbsp;</span>Argentina<span>&nbsp;</span>e in<span>&nbsp;</span>Australia.<span>&nbsp;</span><span class="chiarimento" title="Il testo selezionato deve essere comprovato da una fonte affidabile. Modifica la pagina per aggiungere fonti." style="color: #444444;">In<span>&nbsp;</span>Italia<span>&nbsp;</span>sono in atto piccole coltivazioni sperimentali in<span>&nbsp;</span>Sardegna, (Oristano).</span></p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La pianta è originaria dei<span>&nbsp;</span>Caraibi<span>&nbsp;</span>e fu traghettata in tutto il mondo dai marinai portoghesi che la utilizzavano per costruire recinzioni a protezioni di orti e giardini. solo in un recente passato sono state scoperte le sue proprietà energetiche.</p> <h2 style="color: #000000; font-size: 1.5em;"><span class="mw-headline" id="Coltivazione">Coltivazione</span></h2> <div class="thumb tleft" style="color: #202122; font-size: 14px;"> <div class="thumbinner" style="font-size: 13.16px;"><img alt="" src="https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/54/J_curcas_seed_ies.jpg/220px-J_curcas_seed_ies.jpg" decoding="async" width="220" height="193" class="thumbimage" srcset="//upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/54/J_curcas_seed_ies.jpg/330px-J_curcas_seed_ies.jpg 1.5x, //upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/54/J_curcas_seed_ies.jpg/440px-J_curcas_seed_ies.jpg 2x" data-file-width="800" data-file-height="700"> <div class="thumbcaption" style="font-size: 12.3704px;"> <div class="magnify"></div> <i>Jatropha curcas</i><span>&nbsp;</span>semi</div> </div> </div> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La coltivazione è semplice purché sia coltivata nelle regioni dove il clima sia sufficientemente caldo, infatti sopporta temperature prossime allo zero (in<span>&nbsp;</span>Australia<span>&nbsp;</span>risulterebbe selezionata una varietà resistente a -5&nbsp;°C), ma una vegetazione ottimale si ha solo a temperature superiori ai 14&nbsp;°C. La pianta non ha esigenze particolari di terreno, cresce bene anche in terreni non lavorati, con terreno compatto e con poco terriccio,<span>&nbsp;</span>sabbioso<span>&nbsp;</span>o sassoso, anche se preferisce terreno almeno in parte smosso. Sopporta alte concentrazioni di<span>&nbsp;</span>sale<span>&nbsp;</span>nel terreno.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La concimazione è opportuna solo dopo la germinazione dei semi. La germinazione con clima caldo è molto rapida.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">Nonostante la riproduzione da seme sia molto facile e veloce la moltiplicazione più usata è comunque per<span>&nbsp;</span>talee, la diffusione per talee è più efficace, dato che permette la conservazione delle caratteristiche di varietà.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La Specie infatti ha una elevata variabilità varietale, soprattutto nella attitudine a produrre fiori e frutti. La pianta è<span>&nbsp;</span>monoica, cioè ha sulla stessa pianta fiori maschili e fiori femminili, di norma 10 fiori maschili per ogni fiore femminile. A volte i fiori maschili sono sovrabbondanti e quindi sono carenti i femminili che producono frutti; in tal caso la produzione in frutti è inferiore. La selezione di varietà a maggiore fruttificazione non è ancora molto sviluppata.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La pianta sopravvive con solo 250&nbsp;mm di<span>&nbsp;</span>pioggia<span>&nbsp;</span>all'anno, anche se produzioni consistenti in frutti e semi si hanno con 400–600&nbsp;mm; solo nei primi due anni può avere vantaggio da moderate irrigazioni.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">Non è necessaria una particolare preparazione del suolo per l'impianto, anche se ovviamente un miglioramento del suolo migliora le rese. Non si conoscono particolari malattie in ambiente adeguato, l'applicazione di pesticidi è inutile, la pianta è naturalmente dotata di fungicidi e pesticidi naturali.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">Jatrorrhizine<span>&nbsp;</span>ovvero italianizzata in<span>&nbsp;</span>Jatrorizzina<span>&nbsp;</span>isolata da<span>&nbsp;</span>Mahonia aquifolium<span>&nbsp;</span>(Pursh) Nutt. ovvero<span>&nbsp;</span>Berberis acquifoleum<span>&nbsp;</span>ha mostrato il più potente inibitore antifungino di tutti i funghi studiati con metodologia<span>&nbsp;</span><span class="chiarimento" style="color: #444444;">MIC</span><sup class="noprint chiarimento-apice" style="color: red;">[<i>non&nbsp;chiaro</i>]</sup><span>&nbsp;</span>tra una concentrazione di 62,5 e 125 µg/mL, mentre l'estratto grezzo, la<span>&nbsp;</span>berberina<span>&nbsp;</span>e la<span>&nbsp;</span>palmatina<span>&nbsp;</span>hanno mostrato un'attività inibitoria ridotta con concentrazione MIC tra 500 e minore/uguale ad una concentrazione di 1000 µg/ mL.<sup id="cite_ref-4" class="reference" style="font-size: 0.7rem;">[4]</sup></p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">Un fattore molto importante nella coltivazione è che la pianta utilizza ambienti che non sarebbero altrimenti utilizzabili nelle coltivazioni foraggere o da piante alimentari. In sintesi la coltivazione della [[Jahtropa]] può non sottrarre spazio alle altre piante coltivate.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">Anche se potenzialmente la pianta può produrre semi dal primo anno, o anche in una sola stagione, una produzione significativa di semi si ha solo dopo tre anni. La pianta vive circa quaranta anni.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">In caso di conduzione a siepe è citata una produttività di 8–10&nbsp;kg di semi a metro di siepe. La produttività per<span>&nbsp;</span>ettaro<span>&nbsp;</span>è molto variabile e dipende fortemente dalle condizioni di coltivazione, è evidente che una coltivazione ai limiti della sopravvivenza dà una produzione esigua. La produttività media con suolo di moderata fertilità ma discretamente profondo dà una produzione media di 3,5 t di seme per<span>&nbsp;</span>ettaro. La produttività varia da 0,4 t per ettaro il primo anno di impianto fino a 5 t a partire dal quarto anno.</p> <h2 style="color: #000000; font-size: 1.5em;"><span class="mw-headline" id="Propagazione">Propagazione</span></h2> <div class="floatright" style="color: #202122; font-size: 14px;"><img alt="Plantula di Jatropha curcas" src="https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/77/Plantula_di_Jatropha_curcas_289jpg.JPG/150px-Plantula_di_Jatropha_curcas_289jpg.JPG" decoding="async" width="150" height="113" srcset="//upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/77/Plantula_di_Jatropha_curcas_289jpg.JPG/225px-Plantula_di_Jatropha_curcas_289jpg.JPG 1.5x, //upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/77/Plantula_di_Jatropha_curcas_289jpg.JPG/300px-Plantula_di_Jatropha_curcas_289jpg.JPG 2x" data-file-width="2816" data-file-height="2112"></div> <p style="color: #202122; font-size: 14px;"><i>Jatropha curcas</i><span>&nbsp;</span>non ha una eccellente condizione per essere propagata per via vegetativa, è più facile riprodurla per seme, come accennato però la propagazione delle caratteristiche varietali è un fatto molto importante. Le propagazioni sono possibili con preparazione di<span>&nbsp;</span>talee<span>&nbsp;</span>messe a radicare, ma anche mediante<span>&nbsp;</span>innesti<span>&nbsp;</span>(di vario tipo) e<span>&nbsp;</span>propaggini.</p> <h2 style="color: #000000; font-size: 1.5em;"><span class="mw-headline" id="Usi">Usi</span></h2> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">I semi sono esclusivamente usati per produrre l'olio che può essere usato direttamente come normale combustibile o, previa filtrazione, come carburante in appositi motori specificatamente modificati. Con procedimenti di transesterificazione<span>&nbsp;</span>si produce invece il normale combustibile<span>&nbsp;</span>biodiesel.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">I residui dei semi spremuti sono un ottimo fertilizzante, le radici della pianta proteggono il terreno e con l'olio si fabbricano saponi.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">Il contenuto in olio estratto dai semi varia dal 28% al 38%, un<span>&nbsp;</span>ettaro<span>&nbsp;</span>di piantagione può produrre fino a 1.6<span>&nbsp;</span>t<span>&nbsp;</span>di olio, ovviamente in terreni poveri la produzione è molto più modesta.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La Jatropha permette di produrre un combustibile di ottima qualità, a bassa<span>&nbsp;</span>viscosità, secondo all'olio di palma, la cui coltivazione richiede tuttavia notevoli quantità di acqua.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La Jatropha non compete con la produzione di generi alimentari poiché non è commestibile, richiede basse quantità di acqua ed è sufficiente un'irrigazione "sporca", e quindi non sottrae acqua potabile all'uso umano, cresce in zone aride dove comunque sarebbero possibili poche altre colture. Permette di estendere la superficie coltivabile in zone aride, svolge un ruolo importante contro la desertificazione e l'erosione dei suoli.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">L'olio estratto dai semi (Olio di Jatropha), è usato come combustile da cucina, per illuminazione, per produrre lubrificanti, saponi, detergenti, oli da bagno, ammorbidenti; è anche usato per adulterare gli oli vegetali di costo superiore.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">L'olio di Jatropha non è adatto alla alimentazione umana, è tossico per la presenza di esteri di forbolo, saponine e altre sostanze irritanti, se ingerito produce violenti effetti di<span>&nbsp;</span>vomito<span>&nbsp;</span>e<span>&nbsp;</span>diarrea. La linfa produce reazioni irritanti alla pelle.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">L'India ha incluso la Jatropha nel programma per l'indipendenza energetica entro il 2012: nello Stato del<span>&nbsp;</span>Chhattisgarh<span>&nbsp;</span>ne saranno piantate 160 milioni di esemplari.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">Il Madagascar ha stipulato accordi con società italiane per coltivare 100.000 ettari di terreno a jatropha, con un investimento di 5 milioni di euro, che dovrebbe fornire 300.000 tonnellate/anno di olio vegetale.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">La società finlandese Wartsila ha dato avvio alla prima centrale elettrica al mondo alimentata da biocarburante, a<span>&nbsp;</span>Merksplats, in<span>&nbsp;</span>Belgio. Inizialmente l'impianto produrrà energia elettrica per 20.000 abitazioni, e il calore servirà agli agricoltori locali per riscaldare le serre e in particolari processi di asciugatura dei fertilizzanti.</p> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">Una seconda centrale è in costruzione in Sardegna, nelle ex cartiere di<span>&nbsp;</span>Arbatax.</p> <h3 style="color: #000000; font-size: 1.2em;"><span class="mw-headline" id="Altri_usi">Altri usi</span></h3> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">(Le informazioni in questa sezione sono ampiamente derivate dalla Purdue University - Center for New Crops and Plants Products website<sup id="cite_ref-5" class="reference" style="font-size: 0.7rem;">[5]</sup>.)</p> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Foglie</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>Le giovani foglie sono sicuramente commestibili se bollite o stufate.</dd> <dd>Le foglie pestate sono applicate nella rima palpebrale dei cavalli a scopo repellente per le mosche dato che contengono cianuri (HCN).</dd> </dl> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Fiori</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>La specie è considerata<span>&nbsp;</span>mellifera.</dd> </dl> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Noci</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>In alcuni casi le noci sono arrostite e mangiate, anche se sono notevolmente<span>&nbsp;</span>purgative. Le noci possono essere fatte ardere come candele.</dd> </dl> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Semi</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>I semi sono usati come<span>&nbsp;</span>contraccettivo<span>&nbsp;</span>in<span>&nbsp;</span>Sudan.</dd> <dd>Dai semi può essere estratto un colorante.</dd> </dl> <p style="color: #202122; font-size: 14px;">In alcune regioni del<span>&nbsp;</span>Messico<span>&nbsp;</span>(a Misantla, presso Veracruz) i semi sono apprezzati come cibo, sono bolliti e poi tostati; non è chiaro se il trattamento riduca a livelli ammissibili la tossicità, o se invece si tratti di varietà selezionate per la minore tossicità naturale.</p> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Radici</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>Le ceneri di radici sono usate come insaporente in luogo del sale.</dd> </dl> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Corteccia</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>Usata come veleno per stordire i pesci.</dd> </dl> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Lattice</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>Potente inibitore di alcuni virus vegetali.</dd> </dl> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Linfa</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>Macchia le stoffe. A volte usata per marcare.</dd> </dl> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Cespugli</b></li> </ul> <dl style="color: #202122; font-size: 14px;"> <dd>I messicani coltivano cespugli per alloggiare insetti della<span>&nbsp;</span>Lacca, che è usata in medicina come<span>&nbsp;</span>Epatoprotettore<span>&nbsp;</span>e riduttore dell'appetito (antiobesità).</dd> </dl> <p style="color: #202122; font-size: 14px;"><b>In ogni caso e per tutti gli utilizzi occorre sempre ricordare il contenuto di<span>&nbsp;</span>cianuri<span>&nbsp;</span>(HCN) tossici, e di altre sostanze fortemente irritanti e<span>&nbsp;</span>allergeniche<span>&nbsp;</span>in ogni parte della pianta.</b></p> <h2 style="color: #000000; font-size: 1.5em;"><span class="mw-headline" id="Altri_nomi">Altri nomi</span></h2> <ul style="color: #202122; font-size: 14px;"> <li><b>Pinhão manso</b><span>&nbsp;</span>in<span>&nbsp;</span>Brasile</li> <li><b>Tempate</b><span>&nbsp;</span>in<span>&nbsp;</span>Nicaragua</li> <li><b>kasla</b><span>&nbsp;</span>o anche<span>&nbsp;</span><b>tubatuba</b><span>&nbsp;</span>o<span>&nbsp;</span><b>tubang bakod</b><span>&nbsp;</span>nelle<span>&nbsp;</span>Filippine</li> <li><b>Purging nut</b></li> <li><b>Jarak</b><span>&nbsp;</span>in<span>&nbsp;</span>Indonesia</li> <li><b>Mbono</b><span>&nbsp;</span>in<span>&nbsp;</span>Tanzania</li> <li><b>Pourghère</b><span>&nbsp;</span>in Africa Francofona</li> <li><b>Lahong Kwang</b><span>&nbsp;</span>in<span>&nbsp;</span>Cambogia</li> <li><b>Cay Dau Lai</b><span>&nbsp;</span>in<span>&nbsp;</span>Vietnam</li> </ul><script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
T 92 (5 S)
Semi di noci fisiche (Jatropha curcas)
  • Nuovo
Semi di Tumbo (Passiflora...

Semi di Tumbo (Passiflora...

Prezzo 3,50 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi di Tumbo (Passiflora mixta)</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0a0a;"><strong>Prezzo per un pacchetto di 3 semi.</strong></span></h2> La Passiflora mixta è un vitigno robusto e legnoso comune nelle Ande del Sud America dalla Colombia alla Bolivia, dove si trova nelle foreste ad altitudini più elevate tra 1400 e 3800 m.<br>È popolare per i suoi bei fiori dal rosa al rosso e per i frutti commestibili, tondeggianti, molto dolci e piccanti. Entrambi vengono consumati freschi e trasformati in succo.<br><br>La Passiflora mixta si adatta bene alle condizioni fresche e crescerà in molti climi temperati caldi nelle zone 9 e superiori dell'USDA.<br><br>Tag: adatto a bambini e animali domestici, rampicante, frutta commestibile, sempreverde, fioritura, malpighiales, mixta, ornamentale, passiflora, in vaso, tumbo...<br> <h2 style="color: #1a1a1a; font-size: 30px;"><span class="mw-headline" id="Germination">Germination</span></h2> <p style="color: #333333; font-size: 16px;" class=""><i>Passiflora mixta</i><span>&nbsp;</span>seeds take approximately 30–365 days to germinate and even under optimal conditions their growth may be erratic. The seeds should be planted 6 mm (0.24 in) deep in a peaty seed sowing mix at about 20–30 °C (68–86 °F). new water should be used every day and it is necessary to soak them under warm water. This process will cause some seeds to swell up; these seeds should be sown instantly. On occasion, it is also important to soak the container in which the seeds are placed.<span>&nbsp;</span></p><script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
V 83 (3 S)
Semi di Tumbo (Passiflora mixta)
  • Nuovo
Semi di Jarilla (Jarilla...

Semi di Jarilla (Jarilla...

Prezzo 7,95 €
,
5/ 5
<h2 class=""><strong>Semi di Jarilla (Jarilla caudata)</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0a0a;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 3 semi.</strong></span></h2> Jarilla caudata è una pianta piuttosto poco spettacolare e parente della papaya con frutti piuttosto straordinari e molto insoliti. Pianta erbacea perenne decidua secca o strisciante, originaria del Messico e dell'America Centrale, dove cresce nelle boscaglie xerofite e nelle foreste decidue, ad altitudini comprese tra 1500 e 2000 m.<br><br>Simile a Jarilla heterophylla, produce un tubero succulento che contiene steli verdi o verde-violaceo che si ramificano dalla base con foglie da ovali a lanceolate e fiori biancastri con occasionali striature violacee. I fiori sono seguiti da frutti da oblunghi a ellittici che possono raggiungere fino a 30 cm di lunghezza, con lunghe sporgenze simili a corna. Sono screziati in tonalità di verde più chiare e più scure e ingialliscono quando sono maturi mentre le "corna" diventano violacee.<br><br>I frutti sono commestibili e occasionalmente si trovano nei mercati locali. I frutti di bosco vengono consumati crudi mentre quelli completamente maturi vengono utilizzati per fare una bevanda rinfrescante dal loro succo. Secondo un'antica ricetta messicana, i frutti di Jarilla caudata possono essere utilizzati anche per fare delle conserve e sono particolarmente deliziosi se abbinati al cocco.<br><br>Questo parente della papaya crescerà bene nella maggior parte dei climi temperati caldi fino ad almeno la zona 9 dell'USDA e sopravviverà persino alla siccità e al freddo. Sarebbe una specie interessante per l'ibridazione con altri parenti di papaya. <script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
V 72 (3 S)
Semi di Jarilla (Jarilla caudata)
  • Nuovo
Semi di Tauso (Passiflora...

Semi di Tauso (Passiflora...

Prezzo 3,50 €
,
5/ 5
<h2 class=""><strong>Semi di Tauso (Passiflora coactilis)</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0a0a;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 3 semi.</strong></span></h2> Rampicante vigoroso, sempreverde, con foglie trilobate e fiori rosa seguiti da frutti rotondi giallastri, commestibili e aromatici. La Passiflora coactilis è una pianta proveniente da foreste pluviali fresche e di alta quota nelle Ande del Sud America nel sud-ovest della Colombia e in Ecuador tra 2200 e 3600 m. è ben adattato alle condizioni fresche e crescerà in molti climi temperati caldi nelle zone USDA 9 e superiori.<br><br><strong>In caso di gelo, foglie e germogli possono essere danneggiati ma ricresceranno dalla base in primavera.</strong> <script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
V 48 (3 S)
Semi di Tauso (Passiflora coactilis)
  • Nuovo
Semi di pomodoro Campari

Semi di pomodoro Campari

Prezzo 1,85 €
,
5/ 5
<h2 class=""><strong>Semi di pomodoro Campari</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0000;"><strong>Prezzo per un pacchetto di 10 semi.</strong></span></h2> Campari è un tipo di pomodoro, noto per la sua succosità, alto livello di zucchero, bassa acidità e mancanza di farinosità. I Campari sono rosso-nero intenso e più grandi di un pomodoro ciliegino, ma più piccoli e più rotondi di un pomodoro datterino. Sono spesso venduti come "tomato-on-the-vine" (TOV) nei supermercati, una categoria di pomodoro che è diventata sempre più popolare nel corso degli anni. I pomodori Campari possono essere prodotti da diverse varietà con caratteristiche simili, lo standard è Mountain Magic. Come ibrido, i semi costano circa $ 150.000 per libbra.<br><br>L'azienda Mastronardi Produce ha registrato il termine "Campari" come marchio negli Stati Uniti per i suoi pomodori nel 2003; tuttavia, il marchio è stato contestato nel 2006 sulla base dell'affermazione che "Campari" è in realtà il nome generico della varietà di pomodoro allevata negli anni '90 dall'azienda olandese Enza Zaden.<br><br>Caratteristiche<br>Una tipica cultivar Campari è a forma di globo, con foglie regolari, e mostra resistenza al virus del mosaico del tabacco. La pianta cresce 6-8 piedi (1,8-2,4 m) e matura in 70-80 giorni. <script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
VT 124 (10 S)
Semi di pomodoro Campari
  • Nuovo
Semi di pomodoro regina...

Semi di pomodoro regina...

Prezzo 1,85 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi di pomodoro regina della notte</strong></h2> <h2><span style="color: #f80000;"><strong>Prezzo per un pacchetto di 10 semi.</strong></span></h2> Königin der Nacht - Queen Of The Night è una recente varietà blu proveniente dall'area del Reno, in Germania. Quello che sappiamo per certo è che questa nuova varietà proviene dalla Germania dalla zona del Reno e ulteriori informazioni sono sconosciute.<br><br>I frutti rotondi striati rosso-arancio con forti influenze blu-nere nella metà superiore da antociani. Più i frutti sono esposti alla luce solare, più forte è questo antiossidante (lo stesso dei mirtilli) più i frutti diventeranno blu/neri.<br><br>Polpa densa ma molto succosa con un forte sapore di pomodoro.<br><br>Piante a crescita indeterminata di medie dimensioni da circa 1,5 m a 1,75 m con rese elevate ragionevolmente all'inizio della stagione, ma per una varietà blu.<script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
VT 123 (10 S)
Semi di pomodoro regina della notte
  • Nuovo
Semi di peperoncino Dragon...

Semi di peperoncino Dragon...

Prezzo 1,95 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi di peperoncino Dragon Fire</strong></h2> <h2><span style="color: #f80000;"><strong>Prezzo per un pacchetto di 10 semi.</strong></span></h2> Incrociando Carolina Reaper e un altro peperoncino (il nostro segreto) della famiglia Capsicum chinense, siamo riusciti a ottenere una varietà stabile di peperoncino dopo 4 anni. Sebbene sia un peperoncino piccolo in lunghezza (fino a 4 cm) e peso (fino a 3 g), la sua piccantezza non è in alcun modo indietro rispetto al Carolina Reaper. La pianta è forte, ca. Alta 150 cm e porta molti frutti, si possono raccogliere fino a 450 frutti in un raccolto.<br><br>Peperoncino ideale per l'essiccazione, l'inscatolamento e l'uso fresco. È ideale anche per preparare salse piccanti in abbinamento ad altri peperoncini.<br><br>Ottimo gusto e aroma fruttato.<br><br>Sotto l'opzione colore, seleziona il colore della frutta che desideri.<script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
C 60 DF Y (10S)
Semi di peperoncino Dragon Fire
  • Nuovo
Semi di palma piede...

Semi di palma piede...

Prezzo 1,95 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi di palma piede d'elefante (Beaucarnea recurvata)</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0000;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 2 semi.</strong></span></h2> <p>La Beaucarnea recurvata, il piede di elefante o la palma a coda di cavallo, è una specie di pianta della famiglia delle Asparagaceae. La specie era originaria di numerosi stati del Messico orientale, ma ora è confinata nello stato di Veracruz. Nonostante il suo nome comune, non è strettamente imparentato con le vere palme (Arecaceae). È diventato popolare in Europa e nel mondo come pianta ornamentale. Ci sono Beaucarneas di 350 anni registrati in Messico.<br><br>È una perenne sempreverde che cresce fino a 15 piedi e 6 pollici (4,72 m) con un notevole caudice espanso, per immagazzinare acqua. Il singolo gambo simile a una palma produce ciuffi terminali di foglie coriacee a forma di cinturino, ricurve, a volte a forma di ciocca di capelli alle estremità e con occasionali pannocchie di piccoli fiori bianchi una volta che la pianta raggiunge i 10 anni di età.<br><br>L'unico tronco moderatamente gonfio alla base è snello e solo leggermente ramificato. Il caudex quasi sferico nella fase giovanile diventa in seguito lungo da 4 a 6 metri[5] e raggiunge un diametro fino a 50 centimetri e oltre alla base. La corteccia è liscia. Le foglie lineari verdi, leggermente ringiovanite e piegate, sono sottili, piatte o leggermente increspate. Sono lunghi da 90 a 180 pollici e larghi da 15 a 20 millimetri.<br><br>Habitat<br><br>Il suo habitat è la foresta decidua bassa, con temperature medie di 20 °C e una piovosità annua di 800 mm, e una stagione secca ben marcata, compresa tra 7 e 8 mesi. Questi tipi di foreste si trovano in una gamma altitudinale da 0 a 1700 metri sul livello del mare. Crescono su terreni rocciosi carenti di sostanze nutritive, scogliere e montagne ripide. La pianta è resistente fino a 10°C e cresce in pieno sole o mezz'ombra. Le piante sono a crescita molto lenta e molto tolleranti alla siccità, in vaso o piantate come albero da giardino ornamentale.[6]<br><br>Coltivazione<br><br>Avendo vinto il Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society.[7] B. recurvata viene spesso coltivata come pianta d'appartamento o come pianta da esterno in giardini a clima temperato. A crescita lenta e tollerante alla siccità, la Beaucarnea recurvata è resistente fino a -5 °C (23 °F), cresce in pieno sole fino all'ombra leggera e richiede un'adeguata miscela di terreno per drenare quando viene annaffiata. Tuttavia, fai attenzione a non esagerare con l'acqua, poiché ciò favorirà parassiti come la cocciniglia e l'insetto cocciniglia. Se va tenuto in luoghi con inverni rigidi, deve essere una pianta da interno in quanto non può resistere alle temperature fredde. Per mantenere la sua forma originale, le estremità delle sue foglie non devono essere recise e quando viene rinvasato deve mantenere tutte le sue radici.[8]<br><br>Esistono 10 specie diverse di questa pianta, secondo l'Istituto di ecologia di Xalapa, nello stato di Veracruz, che gestisce l'orto botanico Jardin Botánico Francisco Javier Clavijero, dove sono esposte oltre 400 Beaucarneas e altre vengono coltivate in serra per scopi di conservazione, in la "Collección Nacional de Beaucarneas" (Collezione Nazionale Beaucarneas).<br><br>Stato di conservazione<br><br>Le specie del genere Beaucarnea sono per lo più in condizioni critiche a causa di varie attività antropiche, che hanno portato a una grave frammentazione e distruzione del loro habitat. D'altra parte, l'estrazione di semi, piantine, giovani e adulti ha influito sulla dimensione della popolazione e sulla proporzione dei sessi, riducendo con ciò le possibilità di fecondazione e, di conseguenza, la produzione di semi.[10] Questo processo di sfruttamento espone questa specie, in uno stato di minaccia o estinzione, riducendo la dimensione minima vitale delle popolazioni, nonché il deterioramento della loro diversità genetica.[11] B. recurvata, è considerato minacciato secondo lo standard messicano ufficiale 059-ECOL-2010 di SEMARNAT in Messico.</p> <script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
PS 15 (2 S)
Semi di palma piede d'elefante (Beaucarnea recurvata)
  • Nuovo